Gioca a Trivial Pursuit su YouTube

Trivial Pursuit Logo

Trivial Pursuit Logo

Come abbiamo visto nel caso di Monopoly Italia, molte aziende utilizzano il web per promuovere i loro prodotti attraverso giochi e iniziative varie.

Ora è il turno di Trivial Pursuit che sta per arrivare con una nuova edizione, in cui non basterà riuscire ad indovinare le risposte (cosa non sempre semplice) ma bisognerà persino puntare sull’esatta o sbagliata risposta che i propri avversari daranno. Un mix tra casinò e Trivial Pursuit, lo potremmo definire.

Per promuovere questa nuova edizione del decennale gioco di società ci si è serviti di You Tube: ma fate attenzione, ognuno di noi può giocare! Basta andare sul canale di Trivial Pursuit, inserire il proprio nome ed iniziare a giocare. Vi saranno date 4 carte, alle prime tre dovrete rispondere voi, scegliendo quale categoria preferite a seconda del tema uscito. A seconda di quante risposte giuste darete (e dietro ogni domanda viene specificato, attraverso il geniometro, la percentuale di persone che hanno indovinato, giusto per farvi un’idea della vostra ignoranza) riceverete delle fiches, da puntare sulla quarta carta: in questa appare uno youtuber famoso (tra cui l’italiano WillWoosh) e voi dovrete dire se questo indovinerà o meno la domanda posta. Se indovinate il “bottino” sarà conteggiato per la tua squadra, in caso contrario, nella squadra di YouTube.

Leggi tutto »

Accordo YouTube e SIAE

SIAE logo

SIAE logo

La novità informatica del giorno è indubbiamente legata all’accordo, appena stipulato tra SIAE, la Società Italiana degli Autori ed Editori, e YouTube, il noto sito di Video gratuito.

Un accordo che regola l’utilizzo di filmati e musiche in ambito YouTube e che va a colmare quella lacuna legislativa: non esiste, infatti, nè una Regolamentazione in sede europea nè, tantomeno, una Norma italiana sull’argomento. Il patto avrà durata triennale, salvo eventuali proroghe, e avrà valore sino all’Aprile 2012.

In cosa consiste l’accordo? Sappiamo tutti che il regolamento del Tubo ci proibisce di inserire canzoni che vanno a violare il copywright, pena la cancellazione del proprio video. Da adesso, però, autori, compositori ed editori musicali rappresentati da Siae saranno ricompensati quando viene utilizzata la loro musica.

Leggi tutto »

You Tube, arriva il videonoleggio

You Tube

You Tube

You Tube ha appena festeggiato i suoi primi cinque anni di vita e le voci di una novità alquanto discussa stanno già invadendo il Web. Secondo PCTurner, infatti, il sito di videosharing starebbe per fare lo storico passo verso il videonoleggio.

La pagina, già stata creata, si chiamerebbe Store che si presenterebbe nella versione italiana del sito come un qualsiasi canale di You Tube senza alcun contenuto, mentre nella versione statunitense (l’unica attualmente attiva) si possono trovare titoli come “Saw” o “Le Iene”. Principalmente film indipendenti o documentari dal costo che varia tra gli 0,99 e i 4 Dollari che, una volta acquistati, si potranno vedere in streaming entro 48 ore, senza i fastidiosi limiti di tempo che i fruitori di video in streaming tanto conoscono. I titoli possono essere pagati tramite il Google checkout, ennesimo strumento made in Mountain View, e per il momento sono in via di sperimentazione negli States e, nel caso di successo, lo strumento arriverà presto anche in Europa. Un ennesimo scacco per gli oramai obsoleti videonoleggi.

Il giallo del Canale di Clio Make-Up

Clio Make-Up

Clio Make-Up

La conoscono in tanti sul web grazie al suo sorriso ed al suo canale YouTube in cui da ormai un anno e mezzo carica video tutorial dove mostra a ragazze di tutte le età l’arte del truccarsi.

E’ Clio Make-Up, all’anagrafe Clio Zammateo, la bellunese che, trasferitasi per amore a New York, ha frequentato un corso di make up ed è diventata una make up artist con un seguito sempre maggiore sul suo canale di You Tube, tanto da essere arrivata a superare i 38 mila iscritti.

Sabato mattina (20 Febbraio 2010), però, il canale della ventisettenne è stato chiuso da You Tube per motivi ancora sconosciuti e, la povera fanciulla è comparsa in tutto il suo pianto e tristezza sull’account del marito per spiegare che la cosa non era colpa sua.

Leggi tutto »

YouTube, Mtv e Wired per “Internet for Peace”

Già vi avevo parlato della proposta di Wired di assegnare il premio Nobel per la pace ad Internet, in quanto mezzo di comunicazione in cui possono tutti accedere e in cui tutti possono esprimere la loro opinione. Dal 20 Gennaio al 30 Giugno, per sostenere questa iniziativa denominata “Internet for Peace”, sarà possibile, per ognuno di noi, mandare un video su YouTube che interpreti in modo originale e creativo l’essenza stessa dell’obiettivo del manifesto: Internet come messaggero di pace e di democrazia.

internet4peace

Saranno poi i membri della community, proprio seguendo le regole di una vera democrazia web, a votare tra tutti i video arrivati ed eleggere il vincitore, il cui video verrà trasmesso l’autunno prossimo su Mtv Italia.

Sgarbi contro YouTube

Il carattere assai focoso e ribelle di Sgarbi è conosciuto da tutti gli italiani: ognuno di noi si ricorderà almeno una delle sue epiche litigate in una qualsiasi trasmissione TV.

sgarbi

Oggi il critico arriva con una nuova polemica contro il famosissimo You Tube: le sue litigate qui cliccatissime (ben 165321 visualizzazioni solo per la sua comparsa ad Annozaro nel 2008) sono state valutate dai legali dello Show Man per 10mila euro al minuto. Questi ultimi parlano di violazione dei diritti di immagine e, proprio per questo richiedono di “rimuovere immediatamente dal web immagini fisse o in movimento di programmi video della Rai in cui compare, appunto, Vittorio Sgarbi”. Altrimenti si dovrà pagare la cifra richiesta. Perchè? Così tanto viene “valutato il gettito delle entrate pubblicitarie favorite dalla mia presenza sul Web”, afferma il critico.

Leggi tutto »

GF LIVE, Mediaset Premium sul Web

Il web e la TV. Ecco un nuovo passo avanti per quanto riguarda l’argomento. La notizia è di ieri sera, ed è arrivata una settimana dopo la sentenza del Tribunale di Roma che ha accolto il ricorso di Mediaset ai danni di YouTube (il sito che trasmetteva gratuitamente i video più salienti del GF), ecco arrivare il nuovo “GF LIVE”.

1232948_cat_eye

Questo è un nuovo canale dedicato a tutti coloro che hanno già sottoscritto l’abbonamento in digitale terrestre al pacchetto “Reality” di Mediaset Premium e che registreranno la propria smart card sul sito dedicato. Il canale in onda a pagamento sul web sarà il primo di un grande progetto che ha in mente Mediaset per il 2010. Questa “riforma del Web”, come l’ha definita Pier Silvio Berlusconi, trova le basi nella volontà di rifondare il portale video.mediaset.it in cui sarà possibile avere tutto (o quasi) l’abbonamento Premium anche on line.

Leggi tutto »

Nuovo accordo Warner Music- You tube

Pronto un nuovo accordo tra Warner Music e Youtube che consente ai video degli artisti di Warner di tornare finalmente su uno dei portali  online più visti. In base a questo nuovo accordo, Warner potra’ vendere la propria pubblicita’ sul sito. ‘E’ una vittoria sia per gli artisti sia per i fan di tutto il mondo, e arriva al termine di lunghi mesi di trattative’ spiega Chris Maxccy, direttore del partner development di Youtube. I rapporti fra Warner Music e Youtube si era interrotti in seguito a tensioni sulle royalties.

Google contro Kanye West

Ai recenti Video Music Awards di MTV si è verificato un fuori programma, rimbalzato immediatemente nel grande circo della rete: chiacchiere su tutti i social network, ma silenzio da YouTube. Sullo sfondo, la contesa per il copyright tra Viacom e Google.Kanye West, rapper statunitense, ha strappato il microfono dalle mani di Taylor Swift, cantante country-pop, mentre stava pronunciando il suo discorso di ringraziamento dopo il premio ricevuto come best female video. Per poi gridare alla sala gremita di star che il suddetto premio sarebbe dovuto andare a Beyoncè, protagonista di quello che lo stesso West ha definito “uno dei migliori video di tutti i tempi”.Tutti rimasti senza parole da quello della premiata Swift a quello imbarazzato di Beyoncé, fino a quelli non visibili in televisione che hanno alimentato il tam-tam legato al gesto poco cortese di West. Su Twitter, ad esempio, sono stati trovati quasi 300mila cinguettii dedicati alla sortita del rapper nell’ora immediatamente successiva alle sue esternazioni. La frase di esordio di West (“ti ho lasciato finire!”) è subito diventata un tormentone. Insomma un momento televisivo destinato a scalare le classifiche dei video più visti su YouTube. E invece dal format tutto tace.

Scaricare video da YouTube senza programmi aggiuntivi

Youtube Download
YouTube, la piattaforma di video streaming più famosa, ha sempre offerto una grande quantità di materiale fruibile però solo on-line. Così, per vedere i video preferiti era necessario sempre essere connessi alla rete oppure dotarsi dei tanti software nati con lo scopo di effettuare il download dei contenuti.
Da qualche giorno su YouTube è possibile scaricare i video che vengono visualizzati, senza dover ricorrere a programmi o siti di terze parti.
Infatti,

Infatti, guardando il video di Obama, è possibile notare che sotto di esso compare una piccola scritta “Click to download” che invita ad effettuare il download del video, in formato mp4 e di ottima qualità.

Alla bella notizia, che farà felici tutti gli utenti di broadcasting, però, si aggiunge la brutta notizia: infatti, il download da YouTube è per il momento disponibile solo per il territorio degli Stati Uniti e solo per i video relativi alla politica.

Leggi tutto »