Murdoch: un prezzo per l’informazione

ny times2
In controtendenza con quanti sostengono che l’informazione debba essere libera ed accessibile a tutti, sopratutto se il processo avviene tramite media digitali come Internet, Rupert Murdoch, il magnate della News Corp, adotta invece una visione diametralmente opposta.

Murdoch, infatti, dice basta all’informazione on-line, gratuita e realizzabile da con il contributo di chiunque e, per preservarne la qualità, auspica un ritorno delle forme tradizionali di informazione e l’accesso ad esse previopagamento.

Internet e i nuovi strumenti del Web 2.0 hanno permesso di creare una rete di informazione ricca, ma spesso poco attendibile o di basso livello ed il suo successo però è stato decretato anche dal fatto che si tratta di un media assolutamente gratuito e quindi che risponde in pieno alle esigenze di oggi in pieno periodo di crisi economica.

Leggi tutto »

GhostNet, la rete di spionaggio della Cina

cina_bandiera
In seguito agli eventi accaduti in Tibet ed alle ultime notizie circa il controllo di Internet da parte del governo cinese, dopo 10 mesi di indagini relative ai rischi di cyberspionaggio il Wall Street Journal pubblica un’articolo sul ritrovamento in alcuni PC del trojan ghOst RAT e sull’esistenza di GhostNet, una rete creata per controllare alcuni sistemi informatici, attiva già da Giugno 2008, data di inizio delle ricerche.

Infatti, grazie a questo network, è stato possibile tenere sotto controllo le attività di diversi PC e diverse reti, ricavandone informazioni utili e dati sensibili. Il trojan che garantiva l’accesso è stato ritrovato in almeno 1295 computer in 103 paesi diversi, tra cui Germania, India e Tailandia, i ministeri degli esteri (Barbados, Bhutan, Filippine, Indonesia ed altri), network vicini al Dalai Lama ed altri, che sono stati più volte vittima degli attacchi, tutti provenienti, tra l’altro dalla Cina. Il 30% dei computer infettati dal trojan fa parte di sistemi ritenuti ad alto profilo e gli attacchi sarebbero stati, in media, circa 53 al giorno. Tramite queste azioni è stato possibile accedere e salvare files, catturare le password ed attivare eventuali webcam.

Leggi tutto »