La Censura e la Rete

Mappa

Mappa

Censura, una parola che sentiamo troppo spesso e che balza periodicamente nella nostra cronaca. La censura di cui vi voglio parlare oggi è quella verso internet. Notizia recente, è, infatti, quella che riporta il fatto secondo cui l’autorità per le garanzie nelle comunicazioni a partire dal prossimo Marzo potrà decidere di censurare direttamente i siti sospettati di violare il diritto d’autore. Una norma che a molti è parsa ingiusta e per cui in molti si stanno battendo per evitare la censura della grande voce del web, sopratutto per quanto riguarda alcune tematiche.

A proposito, qualche giorno fa mi sono imbattuta nell’immagine in alto a sinistra, un’interessante cartina su cui sono indicati tramite colori, i gradi di censura di ogni paese secondo quattro gradi: nessuna censura (blu), un po’ di censura (giallo), sotto sorveglianza (rosso) e censura totale (nero). L‘Italia, come molti paesi occidentali, è giallo: c’è si libertà, ma alcuni servizi sono censurati (basti pensare a Pirate Bay e simili). Tra gli stati sotto controllo troviamo, e non ci stupiamo, Cina ed Egitto.

Leggi tutto »

Misura la tua linea Adsl con Nemesys

Nemesys Logo

Nemesys Logo

L’autorità garante per le comunicazioni, l‘Agcom, ha messo online un utile servizio per tutti coloro che utilizzano una linea Adsl e che ci permetterà, direttamente da casa, di analizzare la velocità reale della propria connessione. Servizi analoghi se ne possono trovare svariati online, ma solo questo ci fornisce la certificazione ufficiale per poter addirittura rescindere il contratto se questo non è conforme al servizio ricevuto e testato proprio attraverso il programma di Agcom.

Vediamo un pò come funziona. Per poterlo scaricare (è del tutto gratuito), dovete prima compilare un form online e, al termine del download lo dovete, ovviamente, installare. Via mail ci sarà inviata la chiave di licenza (32 caratteri), che potremo anche trovare nella nostra area privata di misurainternet.it: in questo modo potremo avviare il programma (software Nemesys) e procedere alla verifica della nostra connessione. Fate attenzione, però: il test dura dalle 24 ore ai 3 giorni, lasso di tempo in cui non potete spegnere il PC nè utilizzarlo al massimo delle sue potenzialità.

Leggi tutto »

In Italia crescono le connessioni internet a banda larga

L’Italia si aggiorna, letteralmente.Navigare in Rete in modo veloce senza rischiare di dover attendere  lunghi ed estenuanti caricamenti di pagine web. E’ il vantaggio offertodella connessione Internet a banda larga, che secondo il rapporto 2009 dell’Osservatorio Italia digitale 2.0, presentato da Confindustria servizi innovativi e tecnologici, è ormai abilitabile per il 92% delle linee a disposizione. Dall’indagine emerge che nel 2009 le famiglie italiane che utilizzano questo tipo di connessione hanno superato  la mitica soglia dei 10 milioni. Un servizio apprezzato anche dai navigatori web più maturi, i cosiddetti silver surfers: secondo il rapporto Pew Internet and American Life Project 2009, realizzato dal Pew Research Center, centro americano specializzato nella ricerca di informazioni su gusti e comportamenti della società negli Stati Uniti e nel mondo, in tre anni, dal 2006 al 2009, l’utilizzo della connessione veloce a banda larga si è addirittura triplicato tra gli over 75.

I buongustai nell’era di internet

Sono tanti, addirittura milioni, e terribilmente esigenti, attenti, informati. Inoltre leggono e confrontano le guide, ma sopratutto si servono di internet (ben il 40%), dove si scambiano pareri o si confrontano su cibi e ristoranti. E, non dimentichiamolo, rifiutano le diete. La rete è il loro nuovo nido. Un esercito di consumatori – 4,5 milioni, il 9,8% della popolazione – dai gusti ben definiti, che cresce al ritmo di 250 mila nuovi arruolati l’anno. Li chiamano «Foodies», ossia semplicemente buongustai.

 

Google si lancia nel mercato dei libri on demand

Anche se molti pensano che gli e-book rappresentano il futuro, i fan dei libri cartacei (ed io con loro) non sono certo pochi e questo Google lo sa bene.Grazie a un accordo tra Google e la On Demand Books, chiunque potrà stamparsi a prezzo contenuto uno qualsiasi dei più di due milioni di libri presenti nel catalogo di Google Books e su cui i diritti sono scaduti. Tutto questo grazie alla Espresso Book Machine (creata e commercializzata proprio dalla On Demand), un’apparecchiatura in grado di stampare e rilegare un libro di 300 pagine creando un’edizione economica in meno di cinque minuti.

Quando internet divide l’Italia

Nonostante la diffusione dei PC in modo capillare e i tentativi di governo e associazioni per avvicinare tutte le fasce della popolazione alla tecnologia,  il 45 per cento degli italiani ancora non usa Internet.
Questo è uno dei dati che emergono dalla ricerca commissionata dall’ Osservatorio permanente sui contenuti digitali, siluppata in collaborazione con la Nielsen. La ricerca si è focalizzata sulle modalità di accesso e di utilizzo dei vari contenuti digitali e ha rilevato che esiste una netta distinzione tra due fasce d’età: se da un lato i teenager sarebbero dei veri e propri cittadini della Rete, dall’altro gli italiani sopra i 55 anni rappresenterebbero la maggior parte di quel 45 per cento poco avvezzo al Web. Sono comunque in aumento i cittadini italiani che si avvicinano all’web.

Editoria in rete: google ed amazon con booksnap

Non solo Google ed Amazon cercano di accaparrarsi alcuni innovativi progetti per creare versioni digitali dei libri. Prendendo spunto da pratiche viste per le strade di Tokyo. Un tempo i ragazzini giapponesi  fotografavano con il cellulare i fumetti e se li mandavano via MMS. Oggi si chiama BookSnap, un apparecchio da 1.600 dollari che permette di digitalizzare ben cinquecento pagine di libro. Più veloce di uno scanner, è praticamente un telaio su cui sono montate due fotocamere ad alta qualità, mentre le pagine si girano a mano. L’idea viene da Art Boppanon, tailandese di 28 anni trapiantato negli Stati Uniti, che ha avviato la sua impresa con 15 dipendenti, 14 dei quali a Bangkok dove l’apparecchio viene fabbricato. L’obiettivo è rivoluzionare il modo in cui vengono digitalizzati (e più avanti condivisi via Internet) i libri.  Si aprono nuove frontiere. Leggi tutto »

Roberto Faenza: “Il futuro del cinema è Internet”

faenza

Roberto Faenza, sceneggiatore e regista italiano, ha dichiarato alla stampa che, secondo la sua opinione, i nuovi talenti, le idee e gli autori di domani si stanno formando sulla rete, su Facebook, Myspace, Youtube. Il futuro del cinema è dunque Internet?  ”Se il loro linguaggio si appresta a diventare dominante, inevitabilmente finira’ per contaminare anche il cinema che siamo abituati a fare e vedere”, ha aggiunto l’autore torinese, presentando cinemonitor.it, il nuovo portale con interfaccia web 2.0. Il sito garantisce una massima interattività con gli utenti appassionati di cinema e desiderosi di sperimentare nuovi linguaggi, dando libero sfogo al proprio estro creativo.

 

Sithome: la prima sit-com made in Italy scritta da te!

Nata dall’idea di un gruppo di giovani, attori, scrittori e formatori, Sithome intende dare più spazio alla creatività di nuovi talenti che vogliono dilettarsi a scrivere una sceneggiatura. Dopo la messa in onda in rete della puntata pilota, infatti, è partito una sorta di concorso, nel quale qualsiasi utente può proporre la propria idea per la puntata successiva, basandosi su una tematica scelta dagli autori del programma. L’idea ritenuta migliore verrà rielaborata dal team di Sithome e successivamente si passerà alle riprese vere e proprie. Nel giro di un paio di settimane, la puntata sarà pronta per essere trasmessa in rete…
Il tema della prossima puntata è “il gioco d’azzardo”, in palio un biglietto per uno spettacolo teatrale.

sithome